zucchero-blog-articolo-nutrizione-alimenti-coach del benessere
ALIMENTI,  CIBO E SALUTE

ZUCCHERO

CONOSCIAMO MEGLIO LO ZUCCHERO

Il saccarosio, anche comunemente chiamato zucchero, è un carboidrato che viene ricavato naturalmente sia dalla barbabietola che dalla canna da zucchero. Questo una volta mangiato arriva nel sangue sotto forma di glucosio, cioè quel composto organico usato dal nostro organismo per produrre energia.

Da molto tempo abbiamo imparato a conoscerlo ed utilizzarlo, infatti la produzione e il commercio cominciarono ad espandersi nel XI secolo.

Barbabietola da zucchero-zucchero-blog-articolo-nutrizione-alimenti-coach del benessere

Nel “vecchio continente” veniva considerato una spezia rara e preziosa, venduta a carissimo prezzo soprattutto come medicinale, fino alla scoperta delle Americhe dove il prodotto risultava migliore, abbondante e meno costoso.

Con il tempo questo mercato è diventato sempre più importante e mondiale. Se leggi le etichette puoi notare che lo zucchero si usa dappertutto!

Il saccarosio è nella nostra dieta sotto molte forme, naturali o artificiali. Tutte sono fonti di energia, ma non hanno la stessa qualità e sapore, bisogna stare attenti a leggere l’etichetta per scegliere quello giusto per la nostra salute.

E’ talmente comune che possiamo trovarlo in diverse forme come:

  • il saccarosio, estratto soprattutto dalla canna da zucchero;
  • il fruttosio, vale a dire lo zucchero della frutta;
  • il lattosio, lo zucchero del latte.

E’ il componente principale di alimenti come il miele, la melassa e lo sciroppo d’acero. 

La domanda sempre più crescente ha dato il via anche a forme artificiali come ciclamati, aspartame, acesulfame e saccarina.

AMICO O NEMICO?

fruttosio-lattosio-tipi di zucchero-infografica-zucchero-blog-articolo-nutrizione-alimenti-coach del benessere

Allo zucchero non bisogna dire assolutamente no, perché ha la funzione di produrre energia per il nostro cervello e per tutto il corpo.

Inoltre si può aggiungere che gli zuccheri assorbiti provocano un alzamento della glicemia, cioè un aumento della concentrazione di glucosio nel sangue.

Questo meccanismo serve a compensare la sensazione di stanchezza fisica, mentale e il senso della fame che si prova lontano dai pasti, quello che noi chiamiamo “calo degli zuccheri“.

Ma non dobbiamo abusarne, perché crea effetti dannosi per il nostro corpo come l’aumento di peso, picchi glicemici, carie e inoltre dà dipendenza.

A confermarlo è l’OMS, la quale riferisce che il consumo eccessivo è tra le probabili cause di varie patologie come obesità, danni al cuore e diabete. Infatti lo Jama Internal Medicine ha pubblicato uno studio nella quale si afferma che se consumi una bevanda zuccherata al giorno il rischio di malattie cardiovascolari aumenta di oltre un terzo.

zucchero-blog-articolo-nutrizione-alimenti-coach del benessere-controllo peso-grasso

QUALE ZUCCHERO SCEGLIERE ?

Quindi SI, va bene un po’ di zucchero, ma è importante limitarne l’apporto e scegliere il tipo giusto, che deve essere distribuito durante tutta la giornata. Ma di quanti zuccheri abbiamo bisogno? Nelle LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA pubblicata dall’INRAN si scrive che: 

“Gli zuccheri semplici possono essere consumati come fonti di energia per l’organismo, nei limiti del 10-15% dell’apporto calorico giornaliero (corrispondenti, per una dieta media di 2100 calorie, a 56-84 grammi)”.

zuccheri naturali-stevia-acero-zucchero-blog-articolo-nutrizione-alimenti-coach del benessere

Come fare per controllare quanti zuccheri assumiamo? 

Prima di tutto leggi l’etichetta e controlla se ci sono zuccheri come sciroppo di mais, destrosio e malto destrina. Questi sono tutti zuccheri aggiunti, che insieme possono far aumentare l’apporto giornaliero.

Verifica inoltre che ci siano delle fibre in quello che mangi, utili a limitare e rallentare il loro assorbimento.

CONSIGLI:

  • preferisci fonti naturali;
  • porta con te spuntini;
  • invece di bevande zuccherate e merende piene di carboidrati, scegli di mangiare frutta con la buccia, cracker integrali e yogurt magro;
  • Inoltre non aggiungere zucchero a cibi che già lo contengono;
  • cerca di fare una sana colazione e 2 spuntini per evitare sbalzi glicemici.

Soluzione Herbalife Nutrituion

Come possiamo mettere in pratica questi consigli? Non è facile trovare prodotti che non contengono zuccheri aggiunti!
Herbalife Nutrition propone alcune soluzioni per i tuoi spuntini a basso contenuto calorico e senza zuccheri aggiunti, come ad esempio le barrette proteiche arricchite di vitamine. Deliziose e pratiche per contrastare i cali glicemici.
Per aiutarti a limitare l’uso di certe bevande altamente zuccherate, potresti aggiungere all’acqua qualche tappo del nostro Aloe concentrato alle erbe. Pochissime Kcal e tantissimi benefici.
Infine se proprio non puoi limitare l’uso dello zucchero o hai appena finito un pranzo molto abbondante puoi contrastare gli effetti con un integratore di cromo come Thermo Giallo che favorisce il controllo dei livelli di glucosio nel sangue l’imitandone l’assorbimento.

TABELLA VALORI NUTRITIVI ZUCCHERO (SACCAROSIO)

PER 100 GRAMMI DI PRODOTTO

ACQUA CARBOIDRATIZUCCHERI SOLUBILI KCAL
0,5 GR104,5 GR104,5 GR 392 GR

FONTE :

Linee guida per una sana alimentazione italiana / INRAN ( CAPITOLO 4 PAG 35 )

Tabelle Valori Nutritivi Alimenti INRAN

FONDAZIONE VERONESI

FRANCO BERRINO

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE